Water cooling un raffreddamento molto efficace

water cooling

Al giorno d’oggi la tecnologia ha letteralmente invaso le nostre abitazioni, stravolgendo e semplificando notevolmente le nostre vite. Il numero di persone che si appassionano all’informatica e che decidono di mettere mano all’hardware dei computer è sempre maggiore, anche e soprattutto tra i giovani.

Se siete degli appassionati di computer ma vi trovate in difficoltà poiché alle prime armi, in questa guida imparerete qualche utile nozione in più su queste incredibili macchine. In particolare modo parleremo di water cooling per pc, un aspetto essenziale per chi ha intenzione di utilizzare i computer alla massima potenza e con prestazioni eccellenti.

Raffreddamento a liquido per computer

Che siate gamer professionisti, informatici di lavoro o appassionati amatoriali di computer, una nozione fondamentale e necessaria da apprendere è che ogni potente computer ha bisogno di un water cooling, ovvero un impianto a raffreddamento liquido.

Quando si parla di impianto a raffreddamento liquido si intende un sistema che consente di mantenere il comparto hardware del computer a temperature piuttosto basse, il più simili alla temperatura ambiente. Il computer è infatti una macchina ed in quanto tale svolge un lavoro; per svolgere questo lavoro consuma corrente elettrica e produce energia di scarto principalmente sotto forma di calore.

Le componenti plastiche e metalliche di un computer tendono a scaldarsi molto velocemente, soprattutto se il potenziale della macchina è sfruttato al massimo, e dunque la presenza di un sistema di raffreddamento a liquido per computer risulta essenziale.

Kit già pronti per raffreddamento

Sul mercato esistono kit di raffreddamento per computer già pronti all’uso.

Questi kit hanno due vantaggi principali: il primo è che sono esteticamente più accattivanti, perché hanno un guscio che li contiene e sono realizzati da esperti nel settore; ne esistono di tantissime tipologie ed ogni modello ha caratteristiche proprie. Il secondo vantaggio dei kit pronti all’uso è che sono relativamente più sicuri e che certamente avrete bisogno di meno impegno per l’uso. Nel caso non vi interessi questa comodità, potete realizzare voi stessi un sistema di water cooling.

Water cooling customizzati

Se vi considerate degli “Artigiani” e avete intenzione di costruire un sistema di water cooling per conto vostro, dovete sapere che la sfida è ardua ma non impossibile e la soddisfazione del risultato ne vale la pena. Innanzitutto è necessario conoscere componenti di cui si necessita per la costruzione di un water cooling: vi servirà un radiatore, una pompa con relativo serbatoio, delle ventole, dei tubi, un waterblock ed una buona quantità di liquido di raffreddamento. Solitamente la spesa per l’acquisto di componenti di buona qualità varia dai 400 a 1000 e più euro.
I tubi possono essere rigidi o flessibili; quelli rigidi sono di qualità migliore ma necessitano di adattatori per raccordare i differenti pezzi. I tubi rigidi più venduti sono quelli in policarbonato, mentre solitamente i tubi morbidi e più convenienti sono realizzati in PVC (polivinilcloruro).
Per quel che riguarda i radiatori, esistono di svariate dimensioni: 120 mm, 240 mm, 360 mm e 480 mm.

Ogni dimensione richiede sempre lo spazio per un’altra ventola, e ovviamente la scelta delle dimensioni e del numero di ventole cambia a seconda di quanti componenti volete a raffreddare.
Una componente essenziale di un sistema per raffreddare “fai da te” sono i raccordi ed i tappi: un impianto di raffreddamento a liquido infatti deve presentare almeno due tipologie di raccordi e tappi: raccordi per l’aggancio di due o più tubi (come i raccordi a T), raccordi per i componenti (principalmente servono per unire i tubi alla pompa, al serbatoio eccetera). Infine ci sono i tappi che servono per chiudere tubi e serbatoio.

Fare tutto in casa dai tubi al colore del liquido

La cosa più emozionante per un appassionato è realizzare completamente in casa il proprio sistema di water cooling: ovviamente alcuni componenti, come pompa e radiatore, sono necessariamente da acquistare da un rivenditore. La cosa più interessante di un sistema a raffreddamento realizzato a casa è che ci si può sbizzarrire notevolmente a livello estetico, realizzando una macchina davvero bella, accattivante e futuristica. Per esempio, tantissimi appassionati giocano con l’estetica del fluido che scorre nell’impianto, cioè il liquido di raffreddamento; questo liquido serve per trasferire il calore dal pc alle altre zone del sistema di raffreddamento, è spesso viene usata l’acqua distillata.

L’acqua distillata ha il grande vantaggio di poter essere trattata con numerosi coloranti (verdi, rossi, viola, blu) che rendono unico e divertente il vostro sistema di raffreddamento. Spesso questi coloranti sono in realtà sostanze chimiche utili al sistema: possono essere degli addensanti o degli anti-batterici che sterilizzano il sistema dai microbi che possono formarsi al suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.