Manutenzione del computer

manutenzione del PC

Eseguire periodicamente una manutenzione al proprio PC fisso è molto importante per la salute del computer, ma anche per tenerne alte le prestazioni. Un pc utilizzato per mesi, anni, senza nessuna manutenzione, inevitabilmente è soggetto a rallentamenti e malfunzionamenti.

Un PC perfettamente funzionante

Possiamo identificare un PC in buona salute, anche dopo anni di servizio, semplicemente valutandone le prestazioni. La vita di un buon computer può essere più lunga di quanto si creda. Se eseguiamo la manutenzione con costanza nel tempo, il nostro computer eviterà di avere i problemi più comuni fra gli utilizzatori, che spesso sono motivo di sostituzione prematura.

Un pc che funziona bene non dovrebbe fare troppo rumore, che può essere causato da vari motivi che “affaticano” la ventola del raffreddamento, e soprattutto non si spegne di colpo, una delle ragioni che più fa arrabiare gli utenti, che spesso perdono salvataggi importanti, e li convince a sostituire il proprio PC, che forse con una semplice manutenzione poteva essere salvato e operare ancora per molto.

Smontare il pannello laterale e spolverare

Il primo passo per iniziare una pulizia del nostro macchinario, è quello di togliere la polvere che si è posata sulle componenti.

Molto dipende da dove è situato il nostro computer, se è in basso si formerà molta polvere, se invece teniamo il nostro pc da gaming sulla scrivania o su un mobile sollevato da terra la polvere sarà un pò meno

Le ventole del processore, magari quelle del case, la ventola dell’alimentatore muovono aria e e l’airflow del vostro case non è ben bilanciato non è impossibile che si formino degli accumuli di polvere
Per eseguire questa operazione, dopo aver ovviamente scollegato tutti i cavi, posizioniamo il PC in una posizione che ci è comoda, e smontiamo il pannello laterale.

Questo potrebbe essere ad incastro, oppure bisognerà svitare alcune viti.
A questo punto teniamo a portata di mano una pezzetta pulita, e una bomboletta spray ad aria compressa, e con attenzione andiamo a rimuovere più polvere possibile, con particolare attenzione alla ventola di raffreddamento e all’hard disk, qualora ci fosse.
Questa semplice operazione ha una grande importanza, il computer dovrebbe essere sempre pulito, al fine di consentire un giusto funzionamento delle sue parti meccaniche, la polvere può notevolmente rallentare i suoi processi.

Alcune volte, se avete il raffreddamento ad aria, la ventola è cosi piena di polvere che gira molto più piano e la temperatura del processore sale diventando pericolosa per il suo corretto funzionamento

Controllare il giusto funzionamento delle ventole

La ventola di raffreddamento ricopre un ruolo decisamente importante nel giusto funzionamento del nostro macchinario.

Le numerose componenti durante l’utilizzo producono calore, e un’eccessiva temperatura non fa affatto bene al nostro computer, entrano quindi in gioco le ventole er raffreddare il computer.

Possiamo capire se le ventole funzionano correttamente con dei piccoli accorgimenti. Innanzitutto se il pc tende a scaldarsi troppo, la ventola potrebbe avere dei problemi, allo stesso modo, se la ventola stessa produce troppo rumore, potrebbe essere danneggiata.
Procediamo a smontare la ventola, una ventola danneggiata sicuramente è da sostituire, in virtù dell’importanza del suo ruolo.

Qualora invece non sia danneggiata, possiamo procedere alla pulizia della stessa, servendoci anche qui della bomboletta spray, una volta eseguita la pulizia, possiamo nuovamente montarla e constatarne il giusto funzionamento.
Occorre evidenziare che spesso su PC commerciali le ventole installate potrebbero non essere di ottima qualità, dopo qualche tempo di utilizzo, nel cambiarla, facciamoci assistere da un esperto per acquistare una nuova ventola qualitativa.

Avere molte venotle sul case, può essere utilissimo per il flusso d’aria, ma ricordatevi ogni tanto di pulirle con un semplice spruzzo con una bomboletta di aria compressa

Pulizia dell’alimentatore

Veniamo ora alla pulizia dell’alimentatore del pc, sostanzialmente la procedura è sempre la stessa, essendo l’alimentatore una componente di una certa grandezza, è consigliato la rimozione prima della pulizia con una bomboletta spry, in quanto sparando aria mentre l’alimentatore si trova nel case del PC, potremmo involontariamente “sporcare” le altre componenti immediatamente vicine all’alimentatore stesso.

Anche l’alimentatore ha una ventola per raffreddare i compoenti che tendono a scaldarsi con il passare della corrente, non è possiible smontare l’limentatore s enon si è proprio esperti, però ci sono molte fessure sul retro e sul davanti da cui è possiblle togliere il grosso della polvere

Quando l’alimentatore ha molta polvere diventa più rumoroso e davvero può essere molto fastidioso

Controllare la temperatura del processore

Passiamo alla parte più delicata della pulizia del nostro PC, il controllo temperatura della CPU, ed eventuale applicazione di nuova pasta termica.
Esistono vari metodi ed applicazioni per monitorare la temperatura del nostro processore.

Una volta trovato il metodo più comodo o pre-installato sul nostro pc, capiamo come diminuire un’eventuale temperatura troppo elevata. Dovremmo smontare il pannello laterale del nostro pc, che dovrà essere spento da una mezz’ora circa per il raffreddamento di tutte le sue parti.
Individuiamo il dissipatore e smontiamolo con delicatezza, a questo punto applichiamo la giusta quantità di pasta termina sulla superficie della CPU, lasciamo asciugare qualche minuto e procediamo a rimontare il tutto. L’operazione non è troppo complessa, ma sicuramente richiede un minimo di attenzione extra.

Dopo un pò di tempo in cui viene utilizzato, la pasta termica tende a seccarsi e allora le sue proprietà tendono a diminuire di efficacia e si alza la temperatura base, ogni processore ha un range di lavoro, quando la temperatura sale troppo il pc può anche spegnersi o riavviarsi per salvaguardare i componenti

Non solo la pasta termica, è possibile anche sostituire il dissipatore ad aria con uno nuovo, magari più performante, in questo caso però cercate un dissipatore che sia adatto al socket del vostro processore

Questi sono i passaggi principali per eseguire una buona manutenzione al nostro PC fisso, servendoci semplicemente di pazienza, una bomboletta spray e un panno pulito.
La manutenzione va eseguita periodicamente, in base a quanto utilizziamo il nostro computer, ed è molto importante per assicurare buone prestazioni nel tempo al nostro computer ed evitare bruschi spegnimenti non desiderati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *