La scheda madre del computer

scheda madre

La scheda madre è il componente fondamentale di un pc perché gestisce tutti gli elementi fondamentali come processore, scheda video, memoria RAM ecc.
Se ti stai chiedendo quale scheda madre scegliere tra le tante tipologie in commercio e quali sono le migliori sei nel posto giusto per trovare le informazioni necessarie.

Cos’è la scheda madre

Chiunque si affacci al mondo dell’hardware deve per forza, come primo e fondamentale step, sapere di cosa si tratta quando si parla di scheda madre.
La scheda madre  è un circuito stampato, in gergo tecnico chiamato anche mainboard, che consiste in un supporto capace di connettere e far comunicare tutte le componenti di un dato circuito elettronico.
Trattandosi di un pc, la scheda madre serve per connetterne tutte le sue parti in maniera efficace, in modo che il sistema totale possa funzionare.
Di schede madri ve ne sono tante, esse si distinguono prima di tutto per il formato.
Quelle più diffuse, sia di grandezza maggiore o minore, sono le ATX, mini e micro ITX.
Più una scheda madre è piccola minori sono le sue capacità funzionali, anche se con il progresso tecnologico, oggi, vi sono schede madri micro e mini con funzionalità davvero elevate
Tutte le schede madri sono formate da più componenti, ognuno con una specifica funzione, che agiscono sul sistema totale ossia il pc.

Sulla scheda madre si appoggiano i diversi tipi di componenti dalle Ram, agli Hard disk alle schede video etc etc
E’ probabilmente il componente del Pc più importante in quanto su di essa tutti i componenti vengono assemblati per poi funzionare insieme
La scheda madre ha un socket (ovvero dove appoggia il processore) che è diverso per Intel o AMD ed è diverso anche per i diversi processori

Tipi di schede madri

Le schede madri più conosciute e principali sono le ATX e le mini ITX.
Esse si differenziano per diverse dimensioni e ovviamente per funzioni.
Prima di acquistare una scheda madre è importante sapere che tipo di formato supporta il case, senza questa informazione si rischia di non far riconoscere dal pc la scheda stessa e viceversa.
La sigla ATX è sinonimo di standard e identifica tutte quelle schede madri che hanno dimensioni di 305 x 244 mm. Esse sono le più diffuse ed utilizzate anche perché supportate da quasi tutti i case.
Le ATX hanno inserite, al loro interno, tutte le caratteristiche principali che una scheda madre deve possedere.
Per progettare, invece, schede micro ATX e mini ITX le operazioni divengono più complesse, perché è necessario inserire le principali caratteristiche in formati molto più piccoli.
Il formato mini ITX è il più piccolo in assoluto, con dimensioni di 17 x 17 cm. Queste schede sono utilizzate principalmente in pc raffreddati senza ventole.
Le schede mini ITX, inoltre, sono perfette per la creazione di mini pc oppure per la progettazione di sistemi di home theather.

Il socket per il processore sulla scheda madre

Il socket è una delle componenti fondamentali di una scheda madre.
Esso può essere in due varianti: LGA e PGA, nel primo modello i pin di contatto sono tutti nella scheda madre, nel secondo, invece, sono posti nel CPU e la scheda madre possiede dei fori in cui inserire il processore esterno.
Il socket è fondamentale per il funzionamento del processore, esso è diviso in sezioni, alcune delle quali servono per trasferire i dati attraverso il processore appunto, altre per il trasporto della corrente alle CPU.
Perché tutto il sistema funzioni perfettamente è necessario che tutte le sezioni operino in maniera armonica.
Queste sezioni devono essere corrispondenti sia sulla scheda madre che sul processore perché il sistema non s’inceppi.
Prima di acquistare una scheda madre è importantissimo informarsi dettagliatamente su che tipo di socket essa dispone per fare in modo che combaci con il processore che avete intenzione di prendere

Il chipset della scheda madre

Il chipset si trova sotto il dissipatore di calore.
Ogni socket possiede il suo corrispondente chipset. Esso è fondamentale per collegare una scheda madre al suo processore.
Il chipset, inoltre, ha diverse altre funzioni quali: l’opportunità di fare overclock, collegare il numero possibile di porte PCIe e tutte le altre eventuali funzioni con il processore.
I chipset di nuova generazione sono composti di due parti PCH (Platform Controller Hub) e FCH (Fusion Controller Hub), due sistemi che hanno il compito di controllare e trasmettere tutte le comunicazioni relative alle diverse funzionalità di porte USB, connessioni SATA e molto altro.
I chipset permettono di aumentare la velocità di queste comunicazioni di sistema senza intermediari tra processore e scheda madre.

Lo slot per le RAM e gli attacchi per gli hard disk SATA o M.2

Come sappiamo i computer, oltre alla scheda madre, sono dotati di una memoria RAM che velocizza l’immagazzinamento di dati e il suo utilizzo.
Per poter montare una memoria RAM sul pc è necessario uno specifico ed apposito slot.
Lo slot non è altro che una porta adatta a qualsiasi tipo di espansione come schede grafiche o moduli di rete.
La dimensione degli slot varia a seconda del collegamento che devono inserire.
Il più grande è chiamato x16 ed è adatto all’installazione della memoria RAM, gli slot x4, x2, x1 sono perfetti per espansioni di qualsiasi altro genere.
Con l’avanzare della ricerca tecnologica è stato introdotto sulle schede madri anche il connettore M.2.
Esso non è altro che uno slot di espansione capace di gestire sino a 4 linee PCI Express, oppure per essere utilizzato per standard SATA.
M.2 e interfaccia SATA hanno quindi bisogno per essere connessi a pc e funzionare armonicamente di appositi attacchi di connessione che solitamente sono posti sul fianco destro della scheda madre o al fondo di essa.
I Pc da gaming che hanno bisogno di molta potenza hanno molti slot per montare fino a 32 Gb di Ram (la Ram più veloce si intende) e diversi solt per gli Hard disk M.2. Le schede madri da Gaming come ad esempio le ROG di Asus (ROG sta per republic of Gamer) montano chipset di ultima generazione per far girare il pc al massimo della sua potenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *