La sedia da Gaming

la sedia da gaming

Adesso non è raro vedere i gamer mentre giocano seduti su quelle fantastiche sedie che sono identiche in tutto e per tutto ai sedili da corsa, vediamo insieme quali tipi di sedie da gaming esistono e quale può essere adatta a te

La sedia da gaming necessaria se si fanno molte ore di gioco

Il gaming è diventato un’attività sempre più popolare e non mancano giochi che sviluppano gare e tornei ad altissima competitività.

Gli allenamenti per diventare un gamer professionista sono lunghi e parliamo anche di 12-14 ore al giorno, è chiaro che i gamer sono giovanissimi ma se si vuole salvaguardare la schiena è davvero importante che si scelga una sedia ergonomica e con componenti professionali

Per questo sempre più gamers decidono di abbandonare la classica sedia da tavolo per utilizzare una sedia da gaming, che possa favorire lunghe sessioni di gioco sia durante eventi particolari che per tutte le ore passate a giocare al titolo preferito.

Riuscire ad affrontare un numero maggiore di ore di gioco è importante e il mercato del gaming offre modelli dalla grande ergonomia e comodità.

Le sedie pensate per il gioco possono all’apparenza sembrare delle normali poltrone girevoli, dotate di un ampio schienale, braccioli e la possibilità di regolare altezza e angolazione della seduta. Tuttavia, questi oggetti fanno molto di più: infatti non sono pensati solo per favorire una corretta postura, ma permettono al gamer di muoversi in tutta agevolezza durante le varie azioni di gioco, senza intralciare i movimenti con una costruzione troppo rigida.

Molto importante è anche la capacità di traspirazione che questi modelli offrono, fondamentale se si pensa anche al calore che può essere generato, per esempio, da un pc da gaming.

Completano i requisiti per una sedia da gaming adatta a lunghe ore di gioco delle ruote resistenti e sicure, che spesso comprendono meccanismi dove un peso rilevato sul sedile blocca efficacemente un eventuale rotolio, facendo in modo che non ci siano problemi con spostamenti improvvisi.

Quale tipologia di sedia scegliere tipo racing o tipo ufficio?

Le sedie da gaming si possono trovare sul mercato in due tipologie principali, che differiscono per materiali, dimensioni ed ergonomicità.
La tipologia più utilizzata e popolare è quella tipo ufficio. Come indica il nome, è una seduta molto simile alle classiche sedie girevoli pensate per le scrivanie e come queste è progettata per assicurare seduta e movimenti confortevoli.

La sedia da gaming tipo ufficio è un modello che piace ai gamers anche per la sua grande versatilità, che permette di impiegarla con diverse tipologie di giochi; per chi desidera soddisfare anche diverse esigenze estetiche una sedia da gaming di questo tipo offre varie possibilità di personalizzazione, anche quelle più seriose. Inoltre, è il modello che solitamente può comprendere anche modelli più economici, a scapito però di comodità e performance.
La seconda tipologia che viene utilizzata per il gaming (sia a livello amatoriale, ma soprattutto per il competitivo) è la sedia tipo racing. Come indica il nome, questo è un modello che privilegia in particolare i giochi di corse, ricordando appunto la forma dei sedili sagomati delle macchine sportive.

Pensate per permettere al gamer di muoversi, chinarsi e inclinarsi in più direzioni, le sedie tipo racing risaltano anche per i colori vistosi e il design particolare, che permette di adattare questo oggetto al proprio stile o al gaming setup.

Tuttavia, il nome non deve trarre in inganno: queste sedie possono essere facilmente adattate anche ad altre tipologie di giochi, dagli sparatutto ai titoli legati all’azione e all’horror. Occorre segnalare, però, che non sempre queste sedie possono essere comode quanto quelle da ufficio e soprattutto il prezzo è spesso superiore rispetto all’altra tipologia. Sono perciò più indicate per i gamers che hanno esigenze particolari.

Supporto lombare e regolabilità di altezza e dei braccioli per adattarsi al vostro corpo

Per scegliere la sedia da gaming che fa per voi occorre tenere a mente tre fondamentali parametri, che variano da persona a persona. Il primo è il supporto lombare, ovvero la capacità dello schienale di ripartire con efficacia il peso del corpo in modo che non si sforzi maggiormente una zona piuttosto dell’altra. Una buona sedia da gaming deve utilizzare una forma adatta alla propria corporatura, comprendendo anche cuscinetti che possano alleviare il peso sostenuto da schiena e gambe.

Il secondo requisito da controllare è la possibilità di regolazione dell’altezza, in quanto la sedia da gaming deve poter essere gestita in modo che raggiunga le misure adatte in diversi contesti, dalla scrivania di casa ai tornei esterni.

La terza caratteristica di un’ottima sedia da gaming si riferisce ai braccioli, un elemento irrinunciabile per far riposare le braccia dopo lunghe sessioni di gioco.

Questi devono essere comodi, posti a un’altezza che non costringa ad assumere posizioni non confortevoli e soprattutto hanno bisogno di essere rivestiti correttamente da materiali adatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.