League of legend: un gioco famoso in tutto il mondo

league of legend

League of legends, che viene spesso abbreviato con LOL, è uno dei giochi per computer più famoso al mondo. Esso è un gioco di genere MOBA, cioè un multiplayer online battle arena.
LOL all’inizio venne sviluppato e pubblicato da riot games per Microsoft Windows e per macOS.

La trama del gioco

League of Legend è un gioco di strategia in cui due squadre si affrontano per distruggere la base degli avversari

All’interno del gioco, i giocatori vengono divisi in due team da cinque personaggi o, come vengono chiamati nel gioco, campioni.
Le due squadre vengono generate agli estremi opposti di una mappa vicini al proprio Nexus, cioè l’obiettivo della squadra avversaria.

La propria squadra develiberare almeno una corsia per raggiungere il Nexus del nemico, c’è anche la giungla tra le varie corsie dove si possono trovare anche mostri neutrali

La tipologia di gioco di LOL

Su LOL per vincere la partita, infatti, bisognerà distruggere il Nexus avversario, impresa non facile poiché il team dovrà farsi largo attraverso la mappa e abbattere delle torri a difesa di esso, posizionate nelle vie principali della mappa che sono tre: una al centro, a una destra e una a sinistra.
Le torri servono a rallentare o a fermare l’avanzata dei campioni ed i minion degli avversari. Però, il gioco non è così semplice come appare.
Il giocatore dovrà infatti guadagnare oro e livelli tramite le uccisioni degli avversari, o di mostri neutrali che alle volte possono rilasciare dei bonus dopo esser sconfitti, per poi acquistare oggetti che permetteranno ai propri campioni di potenziarsi.
All’inizio di ogni partita il proprio campione sarà al livello uno, e potrà guadagnare esperienza fino al raggiungimento del diciottesimo livello che li garantirà, oltre ad un classico aumento delle statistiche base, il potenziamento di un grado di una delle quattro abilità del campione.
Esiste anche un livello per l’account del giocatore stesso, grazie al quale è possibile acquisire dei potenziamenti aggiuntivi chiamati incantesimi dell’evocatore o Mastery, e serve per il match making cioè la ricerca di una partita che in più si basa sul sistema del punteggio elo per il punteggio medio di un giocatore.
Come ricompensa, dopo ogni partita, si ricevono esperienza e dei punti speciali chiamati essenza blu o EB, ed essi servono come valuta per l’acquisto di nuovi campioni o altri contenuti.
I campioni possono essere acquistati anche grazie ai Riot points, acquisibili nel negozio online, inoltre essi permettono l’acquisto anche delle skin ovvero personalizzazioni del campione, che non influiscono sulle sue statistiche.
League of legends ha anche altre modalità di gioco, che in tutto sono cinque: tutorial, custom (personalizzata), cooperative versus IA ( acronimo per intelligenza artificiale), partita classica e partita classificata.
Il tutorial è la modalità di gioco alla base della formazione di ogni principiante, infatti in essa vengono mostrate le funzioni base del gioco, grazie a una partita privata contro l’IA.
Nella custom invece, vi è la possibilità di poter creare una partita con una stanza privata, nella quale si potrà accedere solo via password se il creatore vorrà.
Modalità utile nel caso in cui ci si voglia sfidare con gli amici o anche per allenarsi, grazie alla possibilità di poter mettere come campioni nemici dei bots, cioè personaggi controllati dal computer.
La modalità cooperativa versus intelligenza artificiale è molto simile alla modalità custom, perché permette al giocare di affrontare una squadra di bots, ma differenzia per la possibilità della scelta della difficoltà. Infatti sono presenti 3 livelli di difficoltà, dove già il livello base è più complicato della modalità custom.
Di base se ci si vuole allenare al competitivo di solito, si usa questa modalità o semplicemente anche per provare una build (insieme degli oggetti e delle abilità del personaggio) diversa da quella usata periodicamente, per vedere se migliore o meno incisiva in una partita classificata.
La partita classica permette al giocatore di mettersi in fila per il match making, dove verranno trovati degli avversari in base al suo livello elo, basato sulle vittorie del giocatore, in modo che quest’ultimo abbia come minimo il cinquanta percento di possibilità di vittoria.
Nelle partite classificate invece, potranno essere giocate solo da giocatori almeno di livello trena e con minimo venti campioni.
Come partite sono molto simili alle normali, ma con la differenza che è presente una valutazione in base ai risultati delle partite precedenti e successivamente il giocatore sarà posizionato su una classifica basata sul suo posizionamento e nel caso rientrasse nella top dei team, acquisirà la possibilità di partecipare a un torneo chiamato “$ 100,100 Global Finals” a fine della stagione.
Infine vi è l’aspetto dei campioni, che è stato deciso dalla riot games di dividere in sei classi, che sono: i tiratori, i maghi, gli assassini, i tank, i combattenti e i support.
I tiratori sono i campioni specializzati nel combattimento a distanza e solitamente infliggono danno fisico. Degli esempi sono Ashe e Varus.
I maghi sono campioni specializzati nell’elevato danno magico, legato alle loro abilità, ma sono poco resistenti e con scarsa mobilità. Degli esempi sono Lux e Swain.
Gli assassini sono specializzati nell’uccidere il loro avversario il più velocemente possibile, sono anche loro poco resistenti, ma hanno un elevata mobilità. Degli esempi sono Katarina e Zadd.
I tank sono campioni con vita elevata e difese alte, infatti sono difficili da uccidere. Infliggono pochi danni, ma compensano con abilità che danno lo status di stordimento. Esempi sono Zac e Rammus.
I combattenti uniscono le caratteristiche dei tiratori e dei tank, poiché infliggono poco danno, perciò hanno bisogno di tempo per abbattere un nemico e compensano con la loro vita elevata. Esempi sono Yasuo e Jax.
Infine i support sono campioni incentrati sul dare bonus e guarire i propri alleati. Esempi sono Janna e Alistae.

Milioni di giocatori al giorno in tutto il mondo per uno dei giochi più famosi al mondo.

League of legends fin da subito ebbe un succeso enorme infatti già dal 2011 ha avuto settanta milioni di giocatori registrati e dodici milioni di giocatori al giorno.
Nel 2014 si è passati a 77 milioni di giocatori al mese e 27 milioni al giorno, nelle ore di punta si arrivava a sette milioni e mezzo. Ciò è dovuto al fatto che per rimanere nei rank più alti della modalità classificata bisogna giocare quasi tutti i giorni, ad esempio nella top 200 bisogna giocare ventotto giorni al mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.